Geostoria Wiki
Advertisement
Palazzo Montecitorio.jpg

Palazzo Montecitorio è la sede della Camera dei deputati. Situato in piazza di Monte Citorio a Roma, fu costruito nella prima metà del Seicento da Gian Lorenzo Bernini.

Fu ideato per ospitare la famiglia Ludovisi; dopo l'Unità d'Italia il palazzo venne modificato per ospitare uno dei due rami del Parlamento.

Le aule della Camera[]

Aula legislativa:[]

L'aula legislativa è il luogo dove si svolgono le sedute della Camera dei deputati e del Parlamento in seduta comune.

Progettata da Ernesto Basile, occupa tutti e tre i piani. I seggi dei deputati sono disposti ad emiciclo e davanti sono presenti i banchi della Presidenza della Camera e i banchi del Governo. Al centro sono presenti i tavoli per la gestione dei lavori e le macchine stenografiche. Sopra i seggi sono presenti le tribune, che permettono di seguire in diretta i lavori.

L'aula è illuminata dal lucernario in stile liberty, con strutture in legno di quercia: il Velario di Giovanni Beltrami. Sotto al tetto è possibile ammirare il Fregio realizzato da Giulio Aristide Sartorio, che circonda tutta l'aula ed è dedicato al popolo italiano.

Il pannello bronzeo dell'Aula, posto alle spalle dello scranno del Presidente è intitolato: "La glorificazione della dinastia sabauda", è opera del torinese Davide Calandra ed è stato fuso a Pistoia.

Il Transatlatico:[]

Il Transatlantico.

Il Transatlantico è un salone lungo 56 metri e largo quasi 12. Adiacente all'aula legislativa, viene utilizzata dai deputati, nelle pause tra le sedute. Realizzato dall'architetto Ernesto Basile nei primi anni del 1900, deve il nome al illuminazione a plafoniera che percorre tutto il soffitto, simile a quella degli ampi e lussuosi saloni dei grandi transatantici dell'epoca.

L'aula è arredata da diverse poltrone e tavolini, poste ai lati della sala.

I busti[]

Tabella in costruzione.

All'interno di Montecitorio sono presenti numerosi busti dedicati ai personaggi della storia Italiana.

Busto Autore Realizzazione Materiale
Carlo Alberto (1798-1849) Davide Calandra Torino 1856-1915 marmo
Nicola Fabrizi (1804-1885) Antonio Allegretti Cuneo 1840 - Carrara 1918 marmo
Marco Minghetti (1818-1886) L.Cangeri - marmo
Vittorio Emanuele II (1820-1878) Giovanni Albertoni Varallo 1806-1887 marmo
Giuseppe Biancheri (1821-1908) Leonardo Bistolfi Casale Monferrato 1859 - La Loggia 1933 marmo
Giuseppe Marcora (1841-1927) Ernesto Bazzario Milano 1859-1937 marmo
Giovanni Giolitti (1842-1928) Pietro Canonica Moncalieri 1869 - Roma 1959 marmo
Francesco Saverio Nitti (1868-1953) Enzo Assenza Pozzallo (Ragusa) 1915 - Roma 1981 terracotta
Giovanni Amendola (1882-1926) Mario Amendola - marmo
Advertisement